VIPERE E BALOCCHI

Lo spettacolo, attraverso vecchie canzoni, poesie e pezzi teatrali, accompagnati dalla proiezione di immagini d’epoca, racconta l’evoluzione e l’involuzione del costume della donna nella prima meta del secolo scorso.

Il percorso parte dalla donna dell’800, quella delle romanze da salotto, costretta dal busto e dalle rigide norme della società benpensante e passa via alle”chantose” spensierate del Caffè Concerto, alle donne dei paesi esotici “conquistate” con le guerre coloniali, alle maliarde “perverse” degli anni 20.

Non mancano, naturalmente, donne eroiche, madri indegne, mogli fedifraghe e poi fidanzate, mamme e suocere e, ahimè, anche piccole fanciulle preda di licenziosi viveur.

2017-12-06T17:26:20+00:00